Barkus Ventura - Paraiso do Pecado

         p a r a i s o  d o  p e c a d o       .     l i b r i      .    b l o g      .     a r t i c o l i      .      f o t o       .     a b o u t      .      e v e n t i     .     c o n t a t t i 

 

 

 

anche in eBook

la raccolta

qui la descrizione

acquista con sconto su:

 

 

 

crOssing tAgs

 raccontare

 commenti

 

 

Il romanzo

recensioni

 

 

 

 

 

 

© 2002 - 2010. Todos os direitos reservados. Este material não pode ser publicado, utilizado de qualquer forma, reescrito ou redistribuído sem prévia autorização.

Copyright © 2002 - 2010. Tutti i diritti riservati. Questo materiale non può essere pubblicato, riscritto, utilizzato in qualsivoglia forma o redistribuito senza previa autorizzazione

 

Note

 

Barkus M. Ventura ha collaborato con il Diario di Venezia, il Noè, l'Anteprima Biancoceleste, il Turismo, la Tribuna di Treviso, il circuito Radiosette, Radio Mestre, Radio Suisse Romande, Tele Venezia, La Nacion e ha curato pubblicazioni italiane e internazionali di cultura e turismo. Attualmente scrive su siti come Travel Brazil e Turisti per Caso di Susy Bladi e Patrizio Roversi e testate online come Quotidiano Italia di Francesco Torellini e Musibrasil.net diretto dal giornalista Fabio Germinario, dove cura una rubrica, Cores do Brasil.

Oggi Barkus divide l'anno equamente fra Venezia e Rio de Janeiro.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Storie di Rio

 

 

mimetizzarsi nel tumulto carioca

nel blog di marz0 014

 

 

imparare dal paese che ti ospita

nel blog di marz0 013


esplosiOne

nel blog di giugno


 

A scuola di natiche

nel blog di aprile


 

 

Educazione e Armi,

nel blog di dicembre


 

Visioni di Babilonia

...una favela pacificata, speranze e frustrazioni, mentre il sangue cola sui mondiali di calcio del 2014...

 

Universo Parallelo

 


 

Bunda fra le onde

...Seduti sul pelo d’acqua infinito, due ragazzi e una ragazza mimano movimenti coordinati di danza, le braccia alzate al ritmo di qualche cellulare o solo a memoria, cambiando di rotta ogni due passi come in ogni discoteca.

nel blog di agosto

 


 

 

I miei sogni sono ancora pieni delle mammelle turgide di Luiza, della sua bunda carnosa, del colorito di ambra dorata che friziona sopra di me, mugolando e sussurrandomi parolacce colorite...

segue

 


 

 

Osservando il corpo lucido dell'ennesimo ballerino che si avvicenda sul cubo, ripensa alla teoria del pollo che impazza nei piatti brasiliani, che "forse per questo c’è un proliferare di gay e lesbiche"...

segue

 


 

Le ultime curve di Salvador

ore al limite

 


 

I marciapiedi segreti della notte

... da dietro i cespugli sbucano figure senza volto, scambiando manate e pallottoline di carta e passandosi soldi alla luce gialla dei baretti del beco dei nativi...

segue


 

... adorava il maxixe, forse per un instabile parallelo con i contrappesi naturali di cui avrebbe avuto bisogno il progetto nucleare ...  

segue


 

Attenti alle curve...

segue...

 


 

 

 

 

La carne per un brasiliano è sempre troppo al sangue

... Come venni a sapere della preparazione di un omicidio su facebook... 

 


salvador 21 jan 011.

Senza radici e vegetazione, le sabbie dell’erta saranno pericolose alla prossima pioggia torrenziale. Parlare ai poveri appare una mission impossibile, ti guardano con gli occhi di chi sfida la tua maglietta pulita ...

segue

L’aumento della scolarizzazione, peraltro facilitato da escamotage per rientrare nei canoni di abbattimento dell’analfabetismo e godere dei sussidi internazionali, non ha impedito la crescita della partecipazione di adolescenti al crimine, che inizia nella maggior parte dei casi con furti e traffico di stupefacenti, perché la scuola non riesce a trattenerli in aula.

segue

 

Sabato 11 dicembre . Altri due morti nelle invasioni di favelas a Rio. Mangueirinha, Antares e Mandela sono state prese di mira dalle forze militari nel quadro della prosecuzione di Operazioni di Pacificazione in vista dei Mondiali di Calcio del 2014. Solita sequela di sequestri di armi, droga, moto.

 

 

Le news sulla Guerra di Rio...

 

Arabi in Sequieira

  Un pelo di turista del primeiro mundo è più asettico di una siringa sterilizzata. Con tutto quello spreco di pulizia il loro cervello è impreparato a sopravvivere nella giungla d’asfalto. In questo Rio è come Beirut o Marrakech e ci si trova a proprio agio .."  segue

 

prostituirsi a otto anni

Il crack è una droga rapida. Distrugge in un mese parte del sistema centrale e il cuore dell’utilizzatore.

nel blog di novembre

 

crackolandia

Le notizie brasiliane che parlano di crack in rete sono quasi 40 mila. Oggi anche minorenni nella favela si prostituiscono per un real (quaranta centesimi di euro) per ottenere pietruzze della sostanza.

nel blog di novembre

carne che cammina

«Ti hanno aggredito?» Si. «Sei straniero?» Si. «Non devi andare in giro con cose preziose, la borse, l'orologio bello, il cellulare». Li ascolto infastidito ...

galleria foto

 


 

... Nessuno trascurato, nessuno innocente di fronte alla insidiosa disinvoltura della strada. Non i miserabili quando accettano il declivio e i pasti gratis, non le politiche contro l’analfabetismo che si limitano a semplificare gli esami per ricevere i contributi dell’Unesco, non i bambini che si gettano sulle debolezze altrui...

la nuova storia su musibrasil

 


    WILLIAM L'ACCATTAROBE

  Il sorriso aperto sottolinea le guance esili. Non sembra molto in carne.

«Quanti anni hai?».

«Diciotto», risponde vagando con lo sguardo. A prima vista gliene mancheranno un paio, ma in Brasile non si può dire...


 

Testarossa Brazil

Arte in testa, tre righe oblique a destra, poi a sinistra sopra il gel, buono per danzare in strada sopra una sedia, lo sguardo lontano a cogliere le luci della macchina della polizia...

nel blog di aprile

 

 

 

Il Mondo di Mezzo

nel blog di novembre


 

Divertirsi a Rio de Janeiro

nel blog di  ottobre


 

Giovani chegge

... La parola “favelado” è sinonimo di indigente senza cultura, marginale, spesso bandito. La impreparazione europea fatica a comprendere il concetto di una vastità indifferente alle ragioni della logica, che si abbarbica come un’edera all’albero delle occasioni. 

 

 

 

 

 

 

segue

 


Aspettando il Boss

 

Era già l’una di notte, e il boss non si era ancora visto. Osservavo la strada a sinistra, da dove salivano macchine malavitose...

nel blog di luglio

 


 

... Se a qualcosa serve vivere è a dissipare l’intervallo inutile, concentrandosi sulle piccole cose che appartengono solo a noi. Respirare e camminare è un privilegio cui non posso aspirare, loro vivono e io li guardo vivere, mi guardo osservare fino a quando, chissà, osserverò interessato un proiettile vagante attraversare una zucca, la mia o quella di fronte.

 

 

segue


 

Non tutte le guerre vengono per nuocere. E' di oggi la notizia che uno dei fucili da guerra presi nel Complexo do Alemao faceva parte del lotto donato dalla Marina alla Polizia Militare, e casualmente "perduto" da un capo pattuglia, che disse di averlo dimenticato nell'auto aperta in una notte di pattugliamento. L'ufficiale non fu sospeso.  Qualche tempo dopo anche un M16 sparì. Chi ha visto il film Truppa d'Elite ( di cui è da poco uscita la prosecuzione) saprà che la compravendita di armi da guerra sottratte alla favela è pratica comune fra le forze dell'ordine. Un Fal 762 vale al mercato nero fino a 20 mila euro. 

 




 

Medo Nucleare

clicca sull'immagine

 

(segue)                    le foto

 

Omaggio alla follia: cronache del Carnevale di Rio de Janeiro...

clicca sull'immagine

 

Avventura a Nordeste

I riccioli rasta scodinzolano ad ogni bracciata, il capo fuori dall’acqua come un volenteroso autodidatta nativo

 

Visioni oltre le ombre del sogno tropicale

 "... Abbassare il ponte levatoio della sincerità non è la cosa più facile per qualcuno che è sempre vissuto nelle roccaforti della cultura veneta. Necessita di un adeguato cocktail di delusioni, e del coraggio dell’ultimatum. Sapere di dover fare qualcosa prima che sia troppo tardi è sempre stata una delle mie qualità riconosciute, una virtù letargica in attesa dei tempi e luoghi adatti ..."

 


 

I confini del regno

 Qual è, maluco, esordisce a voce alterata, che succede, idiota, non ti basta di ingravidare le donne del Comando? Vuoi venire a ficcare il tuo pisello da playboy viado anche nelle "bucetas "del Terceiro…?” 

 

 

Ombre sulla areia

Ombre sulle vite dei poveracci, ombre sulle carriere dei politici, ombre sul futuro della sfida dei mondiali di futebol, ombra sul futuro di una grande promessa...

 

Il salto della palla

calzoncini grandi, piedi nudi e un sorriso che non si infrange nemmeno sul gol subìto, sono i ragazzi che giocano col vento del rio Carimatù...

nel blog di marzo

 

"... Sembra una storia di Jorge Amado che non finisce mai, la novela di Tieta D’Agreste, prostituta d’alto bordo che si ritrova a sostenere la famiglia e il paese tutto. Chiudendo un occhio di fronte a quello che conviene, ci si immerge in un paese provinciale dalle dimensioni enormi...."

"... Anche in una città come Rio si poteva distinguere un turista dal modo di camminare: lento, con la testa che girava incuriosita a destra e a sinistra attratta da ogni luce, da ogni  vetrina, da ogni cibo cucinato per strada, da ogni pezzo di pelle scoperta e sufficientemente fresca. E poi si lamentavano degli assalti. I gringos americani erano i peggiori, con la loro pelle biancastra malaticcia e cadente, lisciata da migliaia di jacuzzi e saponi emollienti..."

 

Graffiti

Sputare a terra ha un che di superiore, la strada non si cura perché sa cos'è la vita, un accordo fra ladri e strafottenti dove per resistere alla debolezza devi far finta di tutto, anche di essere un duro.

 


 

Mousinho e Nenéi attraversano la risalita e sbucano sulla terrazza interna di una casa, salendo altre scale, passando sul tetto di un casermone dai muri di forato, ancora non finito a calcina. Ciabatte ai piedi, revolver infilato nelle bermuda, e t-shirt colorata a coprire la pancia prominente...

 


 

 

Se viaggiare è un atto di ribellione, vivere nel paese dei sogni è un atto di deliberata follia, un rifiuto della realtà così com'è, nella sua fissità di regole e abitudini...

 

 

 

 

 

 

 

   

 

 

Entra nel Blog

 

ARCHIVIO

 

marzo 2014

marzo 2013

giugno 2012

aprile 2012

dicembre 2011

novembre 2011

ottobre 2011

agosto 2011

luglio 2011

giugno 2011

aprile 2011

marzo 2011

febbraio 2011

gennaio 2011

dicembre 2010

novembre2010

ottobre2010

 luglio2010

. maggio2010

. aprile 2010

- marzo2010

- febbraio 2010

- gennaio 2010

- dicembre 2009

- novembre 2009

 

 

 


 

WarChronicles dalla guerra di Rio de Janeiro

 


 

Rio Meravigliosa

clicca sulla foto

visitare le spiagge, i quartieri, i locali

  

spuntini di strada

 

Il romanzo

 

recensioni

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

crOssing tAgs

 raccontare

commenti

 

 

e-mail a : barkus  su ymail.com