p a r a i s o  d o  p e c a d o       .     l i b r i      .    b l o g      .     a r t i c o l i      .      f o t o       .     a b o u t      .      e v e n t i     .     c o n t a t t i 

 

 

h o m e

 

 

 

la raccolta

la trovi scontata su

 

il romanzo

Leggi la recensione cliccando sull'immagine

Risultati immagini per paraiso do pecado
Paraiso do Pecado
fuga dal sogno tropicale

Barkus Ventura
 

 

 

 


 

 

 

Storie sorrisi e riflessioni su:

http://ciaobrasile.jimdo.com

 

 

uLTIMI aRTICOLI dI bARKUS

COLPEVOLE INNOCENZA

WILLIAM L'ACCATTAROBE

I CONFINI DEL REGNO

FILM DI STRADA

LA MIA NAMORADA E' UNA SAPATAO

DONNE  A CACCIA DEL NERO

LEGGE DELLA BANANA

STUPRO INDIO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Brazil 2014 - marzo

imparare dal paese che ti ospita

 

 

 

 

La vita di uno straniero scorreva lenta, molto lenta. Ma sotto l’aspetto rilassato della sua copertura, era addestrato a riconoscere il potenziale fattore di controllo esercitabile su ogni essere umano. Sapeva che un criminale psicotico aveva lo spazio, se lo voleva, di pensare a lungo alle sue vittime, di ricercare, sviluppare e descrivere il motivo del suo delitto. Il terrorismo aveva fatto precipitare il mondo intero in una voragine di ansia e di insicurezza, nella quale ogni vecchia certezza si era frantumata lasciando nella gente comune un senso di vuoto. Ma gli organi di informazione non erano mai stati così rapidi, spesso invisibili agli occhi della gente normale. Il ritmo dei cambiamenti era così incessante che la gente comune viveva sottratta alla propria esistenza. Si correva trascinati da un metrò, sottratti al proprio pensie­ro dai rumori della televisione. Si è nessuno con maggiore serenità apparente, a volte pensava fra sé, oggi si è nessuno con un’angoscia che non si ha tempo di analizzare, né la preparazione per osservare. Aveva imparato a conoscersi molto bene e un certo senso dell’umorismo non guastava: si era costruito una storia amorosa tipica da turista, aveva affittato un appartamento, frequentava i bar e i ristoranti di Copacabana. Nonostante la visione allarmistica dei rapporti stilati dall’Agenzia, la sua destinazione carioca era perlomeno piacevole. Non doveva timbrare il cartellino e poteva osservare la spiaggia, le palme, i colori della strada. La vita è come andare per mare, ci si può andare nuotando leggeri, senza pensieri. Ma ogni peso aggiunto aumenta le responsabilità, prevede capacità certe, lo skill del capitano. A lui non era concesso nuotare leggero: poteva solo fingere una leggerezza che era prerogativa dei turisti veri.

I personaggi che frequentava sottolineavano la sua predilezione per la vita modana, come se apparire, frequentare e partecipare allo scorrere tumultuoso della vita carioca fosse il modo migliore per nascondersi.

Per essere adatto all’impiego, generalmente si controllava che un agente non avesse usato droghe negli ultimi dodici mesi, e questo era stato uno dei problemi all’inizio. Ma ora era diverso. L’uso di sostanze illegali nel periodo precedente ai dodici mesi era valutata con attenzione durante l’elaborazione medica e di sicurezza, ma in seguito il controllo si faceva meno stretto. Adesso gli capitava di fumare qualche spinello. Lo considerava funzionale all’immedesimarsi nella parte.

 

 


 

ARCHIVIO

marzo 2014     marzo 2013

giugno 2012  aprile 2012   dicembre 2011   novembre 2011

ottobre 2011    agosto 2011    luglio 2011    giugno 2011    

aprile 2011   marzo 2011   febbraio 2011  gennaio 2011  dicembre 2010 

novembre2010     ottobre2010    luglio2010     maggio2010     aprile 2010 

 marzo2010  febbraio 2010  gennaio 2010   dicembre 2009  novembre 2009

 

Prima pagina

   

 

Entra nel Blog

 

ARCHIVIO

 

febbraio 2017

marzo 2014

marzo 2013

giugno 2012

aprile 2012

dicembre 2011

novembre 2011

ottobre 2011

agosto 2011

luglio 2011

giugno 2011

aprile 2011

marzo 2011

febbraio 2011

gennaio 2011

dicembre 2010

novembre2010

ottobre2010

 luglio2010

. maggio2010

. aprile 2010

- marzo2010

- febbraio 2010

- gennaio 2010

- dicembre 2009

- novembre 2009

 

 

 

 


 

 

 

 

 

Paraiso do Pecado

Sexo & Noir - oltre le ombre del sogno tropicale

 

Il romanzo

nel Catalogo MURSIA


recensioni
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

crOssing tAgs

 raccontare

commenti

 

e-mail a : barkus  su ymail.com

© 2002 - 2010. Todos os direitos reservados. Este material não pode ser publicado, utilizado de qualquer forma, reescrito ou redistribuído sem prévia autorização.

Copyright © 2002 - 2010. Tutti i diritti riservati. Questo materiale non può essere pubblicato, riscritto, utilizzato in qualsivoglia forma o redistribuito senza previa autorizzazione