p a r a i s o  d o  p e c a d o       .     l i b r i      .    b l o g      .     a r t i c o l i      .      f o t o       .     a b o u t      .      e v e n t i     .     c o n t a t t i 

Barkus Ventura - Paraiso do Pecado

 

h o m e

 

O Tamarindo nao é uma opiniao

Os projetos de fim de semana incluem uma visita à discoteca de Vila Flor, com as portas feitas de cobertores esfarrapados, Forró da música popular e tribal funk cantando as ações mais sórdidos e um grupo interminável de caras que sentam se fora da entrada a noite toda para curtir o som de eco, encostados na parede ou numa bicicleta em uma pose  causada pela longa espera, como um desajeitado James Dean tropical. Não há muito o que fazer que enviar comentários para os risos da platéia e arredores, desfrutando do sonho de ser capaz de pagar um dia, quem sabe, a entrada.

    O barman da barraca da praia quer curar minha lerdeza de gringo fazendo-me corrigir o seu inglês precário escrito em um caderno infinito, e depois quer retribuir, convidando-me para uma noite especial. Muitas cervejas, vinte garrafas mais ou menos, a serem divididas em três ou quatro pessoas no máximo, para ter a certeza de cair bêbado debaixo da mesa. De vez em quando uma lata de Cachaça 51. Não sei se vou aguentar. No redor é tudo um movimento frenetico de formigas de duas pernas em roupas de meninas. Resolvemos convidar duas delas na mesa, só para ajudar a escoar a cerveja è claro, e no final elas vao desenvolver um desempenho melhor no alcool. Nós somos fracos em comparação com a velocidade com que as duas meninas esvaziam o copo. Pergunto sobre a vida da noite, vejo olhares e sorrisos que nao demonstram medo. Talvez eu esteja meio-bêbado, mas não sou burro. Canguaretama propõe a versão simplificada de um romance de Jorge Amado, onde as pessoas curtem a vida sem compromissos, ou talvez o tempo aqui tenha diferentes origens e propositos, sem senso de culpa, menos dinheiro para gastar e, portanto, menos complicações.

    Agradavelmente escura a estrada de areia que corre ao longo do rio Curimataù, pode se andar sob um céu em busca das Três Marias ou do Cruzeiro do Sul, imaginando de ser um Hemingway menor, ou talvez um Americo Vespuccio de chinelos. Com um sentido de ternura você percebe ao seu lado uma menina de dezoito anos que não sabe o que seja a lua, mesmo que ela vê este ponto de luz no céu lá em cima a cada noite, nunca ninguém falou sobre o sol e assim vc acha é inútil pedir informações sobre as coordenadas das estrelas, ou esclarecimentos sobre um pè de nogueira ou de tamarindo. Você não precisa de tanto no dia-dia, você pode viver sem saber, em uma espécie de paraíso da ignorância, onde a simplicidade é marcada por pagamento semanal do salário. Mesmo assim, está isolado do risco dos falsos mitos, aceitando sem saber riscos mais baixos. Gastar tudo no final de semana bebendo, serà que è uma culpa maior do que erguer uma hipoteca ou um financiamento por cinquenta anos ?

Sobreviventes irao julgar.

 

 

 

uLTIMI aRTICOLI dI bARKUS

settembre 2010:

WILLIAM L'ACCATTAROBE

I CONFINI DEL REGNO

FILM DI STRADA

LA MIA NAMORADA E' UNA SAPATAO

DONNE  A CACCIA DEL NERO

STUPRO INDIO

LEGGE DELLA BANANA

 

 

 

 

 

 

 

 

Brazil 2010 - marzo

 

  .  Rio Carimatù.  22 mar 2010

 

Bici nella notte, capannelli illuminati dalle poche luci della strada e quella che filtra dalle porte di casa, attraverso lombadas e terra., la chiesa di azulejos na frente e niente dietro,  la casa rossa illuminata, le lan house, la moto ch e corre piano col faro verde dietro e una menina caricata, il tir a lato strada senza luci e senza ruota.

Poi prima di attraversare nella notte la Br 101 contromano si profuma con una boccetta dolciastra. Entriamo in una strada di terra fiancheggiando un club di forrò dove frotte di giovani aspettano attorno ai simboli della propria condizione agiata, una moto Falcon 150, una Honda Pop col sellone per trasportare la ragazza, una gialla Twist 250.

Kerolaine ci riceve seduta con le sue amiche nel bar scarsamente illuminato, gli alberi intorno alle sedie di plastica biance son illuminati dal riflesso del neon della veranda. Dietro il bancone solo una sfilata di bottiglie in bella mostra, whiski Techers, l'immancabile cachaca, ma anche una di Campari che in pochi bevono, perchè non capiscono quel gusto torbido e amarotico. Ma è cosa importata, quindi fa chic. Lei era la più bella di Canguaretama fino ai 14 anni, poi adesso la gravidanza la appesantisce, lil petto prominente non riesce a superare la pancia di sette mesi. Capisco il turbamento di Martins, il mio alunno di inglese, a vederla così, a diciassette anni, sembra una madonna nella polvere...

a Kerol 01 rid 5 .jpg (69014 byte)

 

  .  Salvador .  18 mar 2010

 

...Occhi dalle lunghe ciglia marroni, un solo orecchino tondo colore del mare al lobo sinistro, sguardo trasparente, pelle lucida e camminata mascolina, trabbocante di vitalità come il sorriso prensile a 32 denti, più pelle che vestiti, più inviti che carezze. Un moto di orgoglio fallico dalla mira imprecisa, sparare a cazzo senza una meta, coll’idea di rifarsi un’identità. Le prime due notti passate in dormiveglia fra centimetri di pelle sudata, lingue e capezzoli, con la certezza che avrebbe dovuto farsi di qualche prodotto specifico per rimanere ancora vivo. Poi la capriola dell’amor proprio, messo di fronte all’evidenza: in fatto di sesso loro sono troppo avanti, per il solo fatto che noi italiani siamo costantemente indietro.  Pensiamo di essere furbi, decidendo il costo di scopata e relazione, ma alla fine finiamo sempre per farci fregare. Perché amore e sesso sono solo lontani cugini, e se non si impara a distinguerli subito, alla fine ci si trova la casa invasa da uno sgradevole parentado...

 (...continua su : http://musibrasil.net/2010/03/la-conversione-di-alessandro/)

ooOmOoo

 

 

  .  Salvador .  12 mar 2010

   I riccioli rasta scodinzolano ad ogni bracciata, il capo fuori dall’acqua come un solerte nuotatore nativo. Si arrampicano i ragazzi sulla prima barca di pescatori ancorata davanti alla baia e di lì sul tetto della cabina, da cui si tuffano in varie figure, a vite, a trottola, a siluro, a tronco. A palla.  Da lì su un’altra barca, e su un’altra ancora, ogni volta curiosando fra le casse di attrezzi, dentro i canotti, sotto i teli. La pittura gialla alla linea di galleggiamento riluce sotto il riflesso dei raggi sul mare. Dalla barche la visione della spiaggia è come di un mare rilucente racchiuso da una conchiglia, sul cui bordo si raccolgono le palme, a sinistra la chiesetta bianca bordata di celeste, più dietro il faro, nascosto in parte dal grande albero di caju. Le tinte bahiane sono forti, a causa del sole intenso e delle frequenti piogge che rendono brillante il verde delle foglie, spiccate sul cielo blu e  erte di inedia sulla sabbia rossa striata di lunghe ombre dei cocchi. Dall’acqua, la risata dei ragazzi culla come una brezza dalle raffiche felici.

 ooOmOoo

 

Natal 2010

 

Faccio così tante cose che mi piacerebbe fermarmi un poco a riflettere.

 

 

 

 

 

  .  Natal .  10 mar 2010

    I barcaroli se ne infischiano degli ovuli alla coca che han fatto stramazzare due italiani a Natal. Mentre i turisti cercavano di rimpinzarsi di preservativi colmi di cocaina, loro se ne stanno tranquilli a dipingere di azzurro la loro cavalla di mare, aspettando la prossima infornata di vacanzieri da portare dall'altra parte del rio. Non che i pinguini con cappello svolazzante sappiano più di buono, ma che ci vogliamo fare? Ognuno si sceglie il posto che vuole nel pullman della vita.

 ooOmOoo

 

 

  .  Natal  .  7 mar 2010

Divertirsi a lotta in acqua ci fa assomigliare tutti. Solo che noi vorremmo tornare indietro, mentre loro probabilmente non conoscono cosa c'è più in avanti, in quel mondo evoluto che ci invidiamo tanto. Mentre io mi scapicollo a farmi da mangiare e lavarmi i panni, qui i locali si grattano la pancia mentre qualcuno che si occupa di loro c'è sempre. In fondo, l'autodeterminazione non è altro che un prurito della civiltà.

 ooOmOoo

 

 

  .  Natal  .  01 mar 2010

 

    Perdersi nella luna di notte, o in un bagno di stelle cercando a tastoni la strada verso casa mi ricorda che la sicurezza è una fragilità dei sensi.

 

 ooOmOoo

 

 

.  Natal  .  27 feb 2010

    Il recupero della palla è uno degli sport preferiti in spiaggia. Non c'è molto altro da fare, per noi che guardiamo, per loro sembra sempre festa. Come faranno non so, a me basta una macchina fotografica per sentirmi al centro dell'attenzione, e scatenare il putiferio...

 

 ooOmOoo

 

 

ARCHIVIO

 

dicembre 2010  novembre2010  ottobre2010   luglio2010  maggio2010   aprile 2010 

 marzo2010   febbraio 2010   gennaio 2010   dicembre 2009   novembre 2009

 

 

 

Prima pagina

   

 

Entra nel Blog

 

ARCHIVIO

dicembre 2010

novembre2010

ottobre2010

 luglio2010

. maggio2010

. aprile 2010

- marzo2010

- febbraio 2010

- gennaio 2010

- dicembre 2009

- novembre 2009

 

The Tamarindo is not an opinion

  
The plans of the weekend include a visit to the nightclub of Vila Flor, with those doors without separation covered by tattered blankets, music Forrò popular and rare tribal funky reminding most sordid actions and the endless knot of the boys who lay out opf the entrance all night enjoying the echoes, standing against the wall or over their bicycles in a pose awkward to a tropical James Dean.

The bartender of the shore stressing me to correct his precarius English phrases, written on an endless book. Now he wants to reciprocate the kindness by inviting me to a special evening. Beer galore, a score will be, to be divided into three or four at most, to secure the rocking. Interspersed with six cans of pure cachaca, a strong brandy from sugar cane. I do not know if I can stand the game, around a swarm of ants on two legs dressed like girls. We invite two of them at the table, they sit anxious to help to drain the beer and resolve to fight in this area.

 We are basically going manner. Seeks guidance on night life, I see darting glances and smiles unfold without a semblance of dignity. I'd be half drunk but I'm not stupid. Canguaretama proposes the domesticated version of a novel by Jorge Amado, where people give free access to their sleepy pleasure, or perhaps the  history here has different variations, less money to spend and therefore less coaxing.

I walk pleasantly on the dark sandy road that runs along the river Catarimatù. You can walk under a sky farm  searching for the Tres Marias or the Southern Cross, like a minor Hemingway, or a Amerigo Vespucci into his slippers. With a touch of tenderness you find yourself next to an eighteen year old lady who does not know what the moon is, although shecan  see it pointed in the sky every night, maybe no one has ever talked her about the sun and it is useless to ask information on the stellar coordinates, or clarification on a walnut tree or tamarind.

Not much of it could be needed  from the dayly fruit, someone also happens to live without knowing, in a sort of paradise of ignorance, where simplicity is punctuated by weekly payments of wages. Even so far it is isolated from the myths, accepting minor risks. All the money to be consumed in a drinking weekend has higher faults than engaging in a mortgage for fifty years or a lease?

Survivors will judge.

 

 

 

Storie sorrisi e riflessioni su:

http://ciaobrasile.jimdo.com

 

 

 

 

 

 

 

 

Il romanzo

Paraiso do Pecado

Sexo & Noir - oltre le ombre del sogno tropicale

nel Catalogo MURSIA

 

Note

Barkus M. Ventura ha collaborato con pubblicazioni italiane e internazionali di cultura e turismo. Scrive attualmente su siti come Travel Brazil e Turisti per Caso di Susy Bladi e Patrizio Roversi e testate online come Giornale Italia  di Francesco Torellini e Musibrasil.net diretto dal giornalista Fabio Germinario, dove cura una rubrica, Cores do Brasil

Oggi Barkus divide l'anno equamente fra Venezia e Rio de Janeiro.

 

 

 



e-mail a : barkus  su ymail.com

© 2002 - 2010. Todos os direitos reservados. Este material não pode ser publicado, utilizado de qualquer forma, reescrito ou redistribuído sem prévia autorização.

Copyright © 2002 - 2010. Tutti i diritti riservati. Questo materiale non può essere pubblicato, riscritto, utilizzato in qualsivoglia forma o redistribuito senza previa autorizzazione